Le amministrazioni locali stanno sensibilizzando imprese e cittadinanza sull’importanza della gestione dei rifiuti.

In quest’ottica è stato avviato recentemente un progetto pilota che coinvolge per ora cinque aree – Ta’ Xbiex, Mdina,Bormla, Birkirkara e Għaxaq – riguardante la raccolta differenziata dei rifiuti oganici. Da fine ottobre, oltre ai sacchi grigi e neri, rispettivamente per carta-vetro-plastica-lattine i primi e tutto il resto per i secondi, è stato introdotto l’utilizzo di un terzo sacco, biodegradabile e di colore bianco, destinato all’umido. Per umido-organico, si intendono rifiuti derivanti da cibo, vegetali, tovaglioli e fazzolettidi carta, frutta e piante.

Questa misura rientra nel Waste Management Plan 2014-2020 di Malta e coinvolge il 5% della popolazione dell’isola.

Perchè questa scelta di raccolta separate dei rifiuti organici?

Perchè, se recuperati in maniera adeguata, possono ridurre del 50% i sacchi neri con materiale non reciclabile, contribuire alla riduzione delle emissioni di gas, generare energia ed elettricità.

I Local council mettono a disposizioone, gratuitamente e da prelevare in loco, appositi bidoncini verdi di plastica e una trentina di  sacchetti biodegradabili che, una volta terminati, si dovrebbero reperire nei più forniti supermercati.conviene comunque contattare il proprio Consiglio locale di riferimento per verificare una possibile fornitura extra compilando un apposito modulo.

La raccolta avviene bisettimanalmente, il lunedì e il venerdì, ma prossimamente si estenderà a una terza giornata, evitando in questo modo di tenere in casa, troppo a lungo, scarti di cibo che potrebbero emanare cattivi odori.

Una commissione addetta ha il compito di monitorare il contenuto dei sacchetti organici per comprendere la risposta al progetto da parte dell’utenza e adottare eventualmente misure correttive.

Nel 2016 il progetto coinvolgerà altre località: Hal KirkopL-ImgarrMarsaxlokk e Is-Swieqi e a breve partirà una campagna informativa a riguardo.

Queste misure saranno solo l’inizio, per l’arcipelago maltese, di un cammino sempre più green e di crescente attenzione all’ambiente?

Ulteriori informazioni al link   https://www.wasteservmalta.com/organic

Novità per la raccolta differenziata dei rifiuti organici a Malta nel 2016 ultima modifica: 2016-01-02T18:00:30+00:00 da Silvia Pedrotti