Multe: attenzione!

Multe in arrivo, sempre più restrittive le misure per prevenire a Malta l’utilizzo di auto importate da parte dei residenti. Da venerdì 31 dicembre sarà necessario disporre di un nuovo permesso per circolare con un’auto con targa straniera sull’isola, questo è il contenuto della decisione recente di Malta Transport. Le autovetture trovate prive dell’apposito permesso e condotte da residenti (anche stranieri) saranno rimosse a cura dell’ufficio pubblico.

Il permesso, che praticamente si tratta di un bollino di forma rotonda che deve essere apposto sul parabrezza in fronte al veicolo, concede ai proprietari della macchina di circolare sul territorio maltese per i 30 giorni precedenti alla registrazione degli stessi a Malta. A detta dell’ufficio la misura è stata presa per prevenire abusi da parte di chi importa veicoli usati sull’isola senza registrarli correttamente e senza, conseguentemente, pagare le tasse dovute o addirittura assicurarli adeguatamente.

Un residente che si premura di importare un veicolo usato a Malta dovrà informare Transport Malta il primo giorno lavorativo successivo all’arrivo sull’isola pagando una tariffa di 20 Euro. Il proprietario dovrà anche dimostrare di essere in possesso di un’adeguata assicurazione oltre che al libretto di circolazione legato al veicolo stesso. Volendo il proprietario potrà procedere diversamente alla registrazione immediata dell’autovettura.

Transport Malta controllerà chiaramente con il numero di telaio dell’automobile che la stessa non risulti rubata e che sia tutto in regola. E’ previsto anche un incremento nella tassa amministrativa per il registro di veicoli usati che sarà incrementata di 5 Euro.

A Malta si vedevano spesso automobili con targhe italiane e straniere circolare per le strade dell’isola, ciò sino a qualche tempo fa, poi, da quando i controlli sono diventati più restrittivi, questo fenomeno è divenuto più raro. Ora, con l’entrata in vigore di queste misure ancora più rigide, siamo dell’idea che il fenomeno scomparirà del tutto.

MULTE, NUOVA NORMATIVA IN VIGORE ultima modifica: 2015-12-29T13:00:04+00:00 da Redazione