Il progresso in una data, l’8 marzo

La festa della donna è alle porte. Il tentativo che si fa ogni anno è quello di riportare un po’ di serietà a quella che è la Giornata internazionale della donna. Talvolta questo tentativo ha scarso risultato visto l’avvicendarsi delle organizzazioni festose per ricordare questa giornata. In questo non c’è nulla di sbagliato! Anzi, è giusto e divertente rendere omaggio alla scalata dei diritti delle donne. Purché se ne ricordi il senso, e purché questo non vada perduto nel corso delle generazioni.
È giusto non dimenticare ne tantomeno fare confusione sull’origine di questa giornata e sul motivo per cui è stata istituita prima negli Stati Uniti per poi prendere piede in Europa e quindi in Italia.
La giornata internazionale della donna è il passo che ha preceduto le rivoluzioni delle sessantottine.
Il movimento femminista ha origini che precedono il ’68 e la leva più importante di quest’evento parte proprio dall’America.

triangle

La festa della donna prima dell’incendio di Triangle

Un po’ di confusione colloca l’origine della festa della donna nello scenario catastrofica dell’incidente avvenuto a New York il 25 marzo del 1911. L’incendio nella fabbrica di Triangle nel quale sono rimaste vittime 123 donne e 23 uomini.
Ancora si ricorda l’episodio, visto anche la casualità della data nel mese di marzo. Ma la vera nascita della festa della donna avviene nel 1909, sempre negli Stati Uniti. La prima festa della donna fu celebrata il 23 febbraio, concordando come data utile l’ultima domenica di febbraio. Questo successe nel momento in cui nel 1908 con il partito socialista femminile lentamente iniziò a estendersi il suffragio universale per le donne.
Quindi la festa della donna è determinata già da una prima grande vittoria. Un passo decisivo per la parità dei sessi. Una svolta che ha dato coraggio a molte donne di affrontare tutte le difficoltà che il loro periodo storico le poneva d’avanti tutti i giorni.
Così iniziò la Giornata internazionale della donna.

movimento di liberazione

Le donne italiane dal 1922

In Italia la festa delle donne è arrivata nel marzo 1922 con il supporto del partito comunista italiano. Ci fu uno scarto di tredici anni rispetto agli Stati Uniti.
Nel corso di alcuni anni a seguire si sono nel frattempo creati numerosi partiti femministi. Molti partiti politici che concedessero spazio alle donne dando loro voce in capitolo.
Comunque solo nel 1945 da Londra arrivò la “Carta della donna” in cui l’Onu riconosceva i diritti lavorativi alle donne.

L’8 marzo si festeggia la festa della donna ultima modifica: 2017-03-07T11:02:04+00:00 da Paola Stranges