Quando arriviamo a Malta siamo subito tentati di passare intere giornate al sole, seduti su una panchina sul lungomare. Ma questo va bene quando siamo in vacanza!
Sappiamo certamente che la maggior parte di noi sceglie Malta per la possibilità di trovare lavoro. La prima scelta ricade spesso nell’essere lavoratori dipendenti.
Se si pensa al fatto che la disoccupazione nel luglio 2016 si aggirava intorno all’1,9% (fonte Long term unemployent rate Malta), si capisce bene che non ci sono grosse difficoltà nel trovare un impiego. Tra l’altro a Malta è possibile lavorare a partire dai 16 anni di età, con regole e orari differenti dai maggiorenni.
A Malta, la retribuzione minima è di 4,24 €/h lordo ( per maggiori info cliccate su National minimum wage) consideriamo anche però che Malta dispone di un sistema fiscale agevolato e le tasse per la fascia più bassa sono davvero irrisorie.

Noi di italianiamalta.com vogliamo rispondere alle vostre numerose domande e oggi iniziamo con le più gettonate:

Che cosa serve a Malta per i lavoratori dipendenti?

Ecco un elenco dei documenti più richiesti per i lavoratori dipendenti e quali tra questi sono obbligatori (contrassegnati dal simbolo *).

Carta d’identità italiana *

Sia Malta che l’Italia fanno parte della Comunità Europea, per questa ragione il documento di identità italiano, può sostituire il passaporto. Ovviamente il documento deve essere valido per l’espatrio e non scaduto.

ETC form *

L’ente che si occupa di lavoro a Malta (un tempo chiamato ETC) è il JOBSPLUS.
E’ un ufficio dove vengono registrati tutti i lavoratori dipendenti a Malta. Funziona anche da ufficio di collocamento nazionale (ma ne parleremo in un prossimo articolo).
Appena firmato il vostro contratto di lavoro, il datore è obbligato a comunicare la vostra assunzione. Entro pochi giorni vi sarà recapitata direttamente a casa una busta postale contenente il documento che certifica la vostra assunzione e la vostra mansione. Questo documento è importantissimo! Vale quasi più del contratto stesso. Infatti vi verrà richiesto dal momento in cui vorrete fare l’ID maltese.

Social Security Number *

lavoratori dipendentiIl Social Security Number è il numero identificativo della persona contribuente che paga una “tassa”:  serve a coprire l’assicurazione sanitaria nazionale. Se vi ricordate bene ne avevamo parlato nell’articolo Servizio sanitario maltese: cosa bisogna sapere!.
Questa è una tassa settimanale che può avere importo differente, a seconda se si è single, sposati o con figli.
Per poterlo richiedere, avete bisogno o del ‘Promise of Employment’( un documento ufficiale del vostro datore che indica una promessa di lavoro) o l’ETC form. Si può richiedere online tramite il sito Forms for Social Security Number e vi verrà recapitato tramite posta o e-mail. Oppure, se volete, potete recarvi nell’ufficio addetto della zona dove risiedete. Per sapere qual è il vostro potete guardare su District offices.

Tax Number *

Il Tax Number è il vostro numero identificativo per le tasse dovute allo stato maltese. Da qualche tempo a questa parte, non c’è più bisogno di fare l’applicazione. Questa verrà fatta in automatico dall’ufficio governativo dal momento in cui viene rilasciato il Social Security Number. Per avere altre informazioni, potete trovare gli indirizzi e gli orari degli uffici di competenza su Inland Revenue.

Per vedere l’ammontare totale delle vostre tasse, conoscendo il vostro stipendio annuo, potete cliccare su Malta Salary Calculator.

Recent Police Conduct

E’ una dichiarazione da parte della polizia maltese che indica la vostra “fedina penale”, sul territorio maltese. Alcune grosse aziende la richiedono perché vogliono accertarsi dell’integrità della persona assunta, per evitare “grane” mediatiche o problemi sul posto di lavoro. Si può richiedere alla centrale di polizia a Floriana. Maggiori info su Police Conduct Certificate.

 ID card maltese

L’Identity Card maltese è il documento che certifica la residenza all’estero .
Alcuni datori di lavoro richiedono che, a contratto stipulato, firmato e registrato, venga fatta subito la richiesta per la ID card maltese.
Dal momento in cui sarete in possesso dell’ID card, è vostro dovere iscrivervi all’AIRE, Anagrafe Italiani Residenti all’Estero, per comunicare al comune di residenza di provenienza, la variazione permanente del vostro domicilio. Questo è importante perché vi esenta dalla doppia tassazione.

 

Noi di italianiamalta.com siamo sempre a vostra disposizione per qualsiasi chiarimento!
Scriveteci su info@italianiamalta.com

 

Per lavorare a Malta, che documenti servono? ultima modifica: 2017-03-03T18:17:58+00:00 da Katia Scicolone
  • Daniela

    Buon giorno,
    vi ho inviato una email qualche giorno fa chiedendo informazioni generali per il trasferimento a Malta. Mi avete risposto ieri dicendo di essere a conoscenza di una posizione lavorativa in linea col mio profilo professionale e che avremmo potuto comunicare tramite Facebook dove io però non sono iscritta. Potreste per favore inviarmi i dettagli dell’annuncio di lavoro in modo che io possa candidarmi direttamente?
    Grazie per la collaborazione.
    Daniela Germani

  • Giovanni Villotti

    Buongiorno sono un tassista di Trento e mi piacerebbe trasferirmi sulla vostra isola con residenza e domicilio.
    Vorrei vendere licenza a Trento per comperare licenza taxi a Malta.
    Sapete qualcosa se si può fare come privato o dipendente presso una ditta di autonoleggio o garage…

  • Giovanni Villotti

    SONO STUFO DI DARE A QUESTO GOVERNO STROZZINO IL MIO 49/50% TASSE MIN…
    SEMPRE MEGLIO IL 35% DI TASSE CHE SI POSSONO RIDURRE AL10/15% .
    MALTA O GOZO ASPETTAMI CHE ARRIVO FORSE IN MARZO O APRILE..